L’azienda agricola La Botalla è una fattoria didattica accreditata dalla Regione Piemonte e rispetta  la  carta degli impegni e di qualità.

Offriamo in base alle stagioni diverse esperienze tutte da personalizzare: gruppi fino a c.a. 15 persone; famiglie (con bambini di tutte le età); classi scolastiche max 20 persone per visita giornaliera (contratto scolastico)

Dal castagneto alla tavola – ½ giornata o giornata intera

(da ottobre a gennaio)
Il castagneto è elemento essenziale del paesaggio che circonda la nostra azienda e la Valle Mongia. I nostri avi avevano il castagneto come principale risorsa di cibo  e legno. Ancora oggi curiamo i castagneti per raccoglierne i frutti. La nostra attività inizialmente  è espositiva, così da capire l’importanza del castagno e delle castagne. Si visitano  i castagneti nei pressi dell’azienda e soprattutto si cucinano le castagne le castagne: prezioso frutto da consumare fresco, secco e dal quale si può produrre farina (senza glutine!).

Prima l’uovo o la gallina? – ½ giornata

(tutto l’anno)
L’attività parte dal pollaio: la gallina, il gallo, il pollo e le uova magari da raccogliere. Si continua con la preparazione di cibi con le uova (es. pasta all’uovo come i tajarin, dolci, frittate).

Una giornata da contadino – Giornata intera (incluso un pasto)

(tutto l’anno)
Una giornata all’aria aperta per riscoprire uno dei mestieri più affascinanti… il contadino che, a seconda delle stagioni, pianta, raccoglie, lavora la terra e custodisce gli animali. E quando piove e nevica? Ripara gli attrezzi, costruisce giochi per bambini mentre in cucina si preparano i piatti della tradizione!

L’orto: seminare raccogliere mangiare – ½ giornata

(maggio a settembre)
L’attività permette di imparare a tracciare solchi, seminare e piantare. Si svolgono attività pratiche di relazione con lo spazio per imparare a “muoversi nell’orto”. Si impara a riconoscere la verdura matura e a comprendere le stagionalità dei vegetali: aspetto particolarmente importante per avere un prodotto fresco di qualità e a km0. Raccogliamo il possibile e impariamo a cucinarlo e conservarlo. Sarà possibile creare il proprio orto e ritornare a curare e raccogliere il seminato!