ESTATE 2020EscursionePartenzadurata
Giovedì*Anello Scagnello+BattifolloLa Botalla
ore 9.30
15km – possibilitĂ  di ristoro sul percorso
Venerdì*Anello Bric del Monte+ S.StefanoMadonna della Neve (Viola)
ore 10.00
6.5 km – chiosco Madonna della Neve
Sabato*Sui sentieri dei Custodi dei CastagnetiBorgo delle castagne (Viola Castello)
ore 15.00
5km-degustazione prodotti finale
Domenica*Cresta La CiarandellaS.Giacomo di Viola
ore 10.00
5km – panoramico
* In base alle richieste possono essere effettuate in giorni DIVERSI
PREZZI 2020*2 partecipanti4 partecioanti6+ partecipanti
Cresta La Ciarandella302215
Anello Bric del Monte+S.Stefano302215
Sui sentieri dei Custodi dei Castagneti**30 – degustazione inclusa
Anello Scagnello+Battifollo403020
*prezzi famiglie/gruppi da concordare

Anello Scagnello+Battifollo: In partenza dall’agriturismo La Botalla si risale verso S.Sebastiano di Scagnello, cappella con affreschi unici del ‘400. Si continua sulla dorsale fino ai ruderi dell’antica torre difensiva di Scagnello dalla quale si gode di un fantastico panorama verso le Alpi e le Langhe. Si raggiunge il centro del paese e si continua a salire per Battifollo attraverso ombrosi castagneti. Passiamo per il centro, ci dirigiamo anche qui all’antica fortezza, poi si prosegue verso la cappella di S. Anna per avere un’altra meravigliosa visuale. Ecco che si inizia scendere verso il torrente Mongia e una volta in valle si ritorna all’agriturismo La Botalla. 

Anello Bric del Monte+ S.Stefano: partendo da Santuario della Madonna della Neve si percorre una strada panoramica fino a raggiungere il Bric del Monte e la Panchina Gigante del circuito Big Bench che vi è stata posizionata. Si prosegue per la cappella alpina di S. Stefano: luogo solitario e magico. Si rientra verso il Santuario Madonna della Neva passando per un’imponente faggeta. 

Sui sentieri dei Custodi dei Castagneti: Viola Castello conserva una delle aree dove il bosco di castagno da frutto è più attivamente custodito. Sul suo territorio si incontrano infatti ettari ed ettari di castagneti curati come un tempo, che creano un ambiente unico, di grande fascino, in perfetto equilibrio tra natura e secolare opera umana. La visita termina nello Scau (essiccatoio), dove viene illustrato il processo di essicazione delle castagne nel rispetto dell’antica tradizione che, ancora oggi, avviene nell’essiccatoio originale. Al termine della visita viene offerta una degustazione dei prodotti dell’azienda.

Cresta La Ciarandella: partendo dalla cappella di S.Giacomo di Viola, che custodisce pregiati affreschi del ‘400, si continua fino a raggiungere un piccolo sperone roccioso: dal culmine si ha l’impressione di volare sulla Valle Mongia. Si ritorna alla cappella di S.Giacomo passando per castagneti curati.